Diritto all'ambiente



Coordinamento di Area: Dott.ssa Valentina Vattani   vattani@dirittoambiente.net
Collaboratori:  Dott. Daniele Grandesso; Ing. Giuseppe Magro; Ing. Giovanni Maione; Cristian Rovito; Avv. Valentina Stefutti; Dott.ssa Valentina Vattani

Un contributo interpretativo in materia di rifiuti con riferimento al "deposito preliminare alla raccolta"
Il "deposito preliminare alla raccolta" una modifica alla definizione di deposito temporaneo dei rifiuti che rischia di creare pericolosi equivoci. A cura della Dott.ssa Valentina Vattani
Il nuovo D.M. 13 ottobre 2016, n. 264 in materia di sottoprodotti
Il decreto sui criteri per agevolare la dimostrazione dei sottoprodotti non incide sulla disciplina sostanziale. A cura della Dott.ssa Valentina Vattani
Un autorevole contributo di dottrina - Pubblicato il 21 marzo 2017
Abiti usati-rifiuti: l'ennesimo pasticcio del legislatore. A cura del Dott. Gianfranco Amendola
Nota a Cassazione Penale - Sez. III - sentenza del 30 dicembre 2016, n. 55286
Il trasporto occasionale e la confisca del mezzo: due questioni rilevanti nelle contestazioni di reati connessi alla gestione illecita di rifiuti. A cura della Dott.ssa Valentina Vattani
Breve nota alla sentenza del TAR n. 571 del 19 ottobre 2016
Le procedure di bonifica dell'amianto non sono riconducibili al principio chi inquina paga. A cura dell'Avv. Valentina Stefutti
E' DISPONIBILE "DIRITTO ALL'AMBIENTE - Manuale pratico di uso comune per la difesa giuridica dell'ambiente e degli animali" edizione 2017 di Maurizio Santoloci e Andrea Santoloci
Ordina ora la tua copia - Vedi anche la promozione per acquisti di gruppo...
La Cassazione riapre improvvisamente un dibattito antico e conferma una teoria storica di "Diritto all'ambiente"
La Suprema Corte stabilisce che i tecnici ARPA addetti ai controlli hanno funzioni di polizia giudiziaria. Si riapre uno scenario di straordinaria importanza operativa per le verifiche sui crimini ambientali? - A cura del Dott. Maurizio Santoloci
Gran parte della giurisprudenza sta invertendo di fatto l'onere della prova in materia di verifica dell'appartenenza effettiva dei furgoni utilizzati per i trasporti illeciti di rifiuti
L'onere della prova per dimostrare che il veicolo utilizzato per la gestione illecita dei rifiuti appartiene a "persona estranea" al reato non ricade sulla polizia giudiziaria, ma sul titolare intestatario del mezzo - A cura del Dott. Maurizio Santoloci
Intestare il mezzo utilizzato per il trasporto abusivo dei rifiuti a "teste di paglia" per sfruttare il "buco nero" della norma, continua incredibilmente a risultare strategia vincente della criminalità ambientale per mancata percezione di questa furbizia da parte della giurisprudenza
Finchè la giurisprudenza continuerà a cadere nella collaudata "trappola" della fittizia intestazione a terzi estranei dei mezzi utilizzati per il trasporto abusivo di rifiuti, restituendo il veicolo, si vanificano le operazioni della PG per il contrasto al fenomeno criminale - A cura del Dott. Maurizio Santoloci
Il Supremo Collegio conferma una teoria interpretativa storica di "Diritto all'ambiente"
Inquinamento idrico e da rifiuti liquidi: in caso di impossibilità di eseguire le analisi, la cassazione conferma la validità degli accertamenti alternativi logico/induttivi - A cura del Dott. Maurizio Santoloci

Pagine totali: 57 [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 ]



Segreteria Amministrativa: Via Cesare Battisti n. 115 - 05100 Terni • Tel. 0744/301558 - fax 0744/301609 • e-mail: info@dirittoambiente.net
Sede di Roma: Via Guglielmo degli Ubertini n. 56 - 00176 Roma • tel. 06/27858137 • e-mail: sederoma@dirittoambiente.net
Per tutti gli articoli, contributi, logo, programmi ed ogni materiale pubblicato copyright riservato - riproduzione vietata.
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18-08-2000 n° 248