Diritto all'ambiente



Coordinamento di Area: Dott.ssa Valentina Vattani   vattani@dirittoambiente.net
Collaboratori:  Dott. Daniele Grandesso; Ing. Giuseppe Magro; Ing. Giovanni Maione; Cristian Rovito; Avv. Valentina Stefutti; Dott.ssa Valentina Vattani



Il nostro sito non svolge attività di consulenza né diretta né indiretta. I quesiti inviati vengono selezionati e solo se riguardano temi di interesse generale non collegati a casi specifici viene pubblicata una risposta sul sito. Se il quesito presenta caratteri specifici, non verrà data risposta. Pertanto si invitano i lettori a proporre quesiti solo su temi di carattere culturale generale senza alcun collegamento diretto o indiretto con fatti specifici. Le eventuali risposte saranno pubblicate sul sito come contributo di interesse generale e non viene fornita comunicazione diretta al richiedente. La redazione non assume alcun impegno per la risposta a tutti quesiti ma si riserva una valutazione con riferimento solo a quelli di tipo generale e di interesse culturale collettivo

Un quesito sulla bruciatura di imballaggi di polistirolo in campagna, autosmaltimento e reati connessi
ono un agente di polizia giudiziaria, ho un po' di difficoltà nel capire l'articolo concernente l'autosmaltimento illecito di rifiuti (D.Lgs 152/06): per quale fattispecie potrei applicarlo? Io opero in campagna e di solito abbiamo la problematica di agricoltori che sistematicamente bruciano il polistirolo che contiene le piantine per la semina; si potrebbe applicare l'articolo in detta circostanza? Per applicarlo, l'autore del reato deve essere necessariamente una persona giuridica? Può concorrere con l'art. 674 del c.d. getto pericoloso di cose? Risponde la Dott.ssa Valentina Vattani
Un quesito sui centri di raccolta
Visto il DM min Ambiente 08.04.2008 che disciplina i centri di raccolta, vorrei avere chiarimenti in merito al caso di un trasporto da Centro di Raccolta (dunque autorizzato in Cat. 1 per Racc. e trasporto dei rifiuti urbani) a centro di smaltimento o recupero - Risposta a cura dell'Ing. Giovanni Maione
Un quesito su trasporto rifiuti non abituale ed aziende di gestione "in nero"
Sono frequenti, soprattutto nel campo dei materiali edili da demolizione, sia i soggetti totalmente abusivi che - nel contempo - i casi di soggetti non professionali (pensionati, secondo lavoro, parenti o amici con mezzi propri) che operano il trasporto di rifiuti conto terzi (spesso appunto da lavori edili) senza essere "trasportatori" a tutti gli effetti. Un trasporto di rifiuti operato da ditta di fatto non regolare e/o da soggetto in modo non abituale integra comunque il reato di trasporto illegale senza iscrizione all'Albo? - Risposta a cura del Dott. Maurizio Santoloci
Un quesito su smaltimento illegale di rifiuti liquidi da autospurgo
Alcuni operatori di PG hanno 
sorpreso un imprenditore ed un operaio mentre erano intenti a sversare, con un autospurgo, rifiuti 
speciali sull'argine di un fiume, poco prima prelevati da un 
pozzetto fognario. Gli stessi sono stati deferiti, in stato di libertà, 
per abbandono incontrollato di rifiuti speciali su area protetta, in concorso con il legale rappresentante di una ditta. A vostro avviso è corretta la procedura a livello sostanziale e procedurale? - Risposta a cura del Dott. Maurizio Santoloci
Un quesito su abbandono rifiuti e responsabilità del proprietario del terreno
Sono un operatore di PG e sono rimasto molto perplesso dalla decisione del Tar della Campania nella sentenza n. 3683 - 11 maggio 2010 - con la quale si stabilisce che il proprietario o il titolare autorizzato all'uso di un terreno non risponde dei rifiuti in esso abbandonati da ignoti, se non c'è dolo o colpa. Qual è la vostra opinione al riguardo? - Risposta a cura del Dott. Maurizio Santoloci
Un quesito su traversine ferroviarie dismesse impregnate da creosoto
La disciplina relativa alla gestione dei rifiuti costituiti da traversine ferroviarie dismesse impregnate da creosoto ha subito nel corso degli anni una serie di modifiche sostanziali. Come è impostato l'attuale quadro di regole? - Risposta a cura del Dott. Maurizio Santoloci e della Dott.ssa Valentina Vattani
Un quesito sul deposito extraziendale per rifiuti edili autorizzato da un Comune o da una Provincia
E' possibile, da parte di un Comune o di una Provincia, individuare un'area (diversa dal cantiere di origine) al fine di raccoglievi rifiuti derivanti da attività edile di demolizione da destinare successivamente a discarica? In particolare mi sarebbe utile sapere la tipologia dei requisiti da richiedere da parte dell'Ente e gli obblighi dei privati e imprese che decidono di usufruire di tale "servizio", con particolare riferimento al formulario durante il trasporto - Risposta a cura del Dott. Maurizio Santoloci
Un quesito su terre e rocce da scavo
Art. 186 del D.lgs. 152/06 e s.m.i. Come escludere la contaminazione nelle terre e rocce da scavo al fine dell'esclusione dal regime dei rifiuti? - Risposta a cura del Dott. Maurizio Santoloci e della Dott.ssa Valentina Vattani
Un quesito su situazioni particolari di aziende e SISTRI
Sono obbligate all'iscrizione al SISTRI le aziende produttrici di rifiuti pericolosi che si trovano in una di queste due possibili situazioni? Situazione A: un'azienda ha effettuato annotazioni di carico nel registro nei mesi di gennaio e febbraio 2010 e cessa l'attività prima della scadenza prevista per l'iscrizione. Situazione B: una ditta ha prodotto (e annotato sul registro) rifiuti pericolosi nei mesi di gennaio e febbraio 2010 ma decide di non produrne più in seguito - Risposta a cura dell'Ing. Giovanni Maione
Un quesito su officine senza computer e SISTRI
In presenza di varie unità locali (officine), distaccate dalla sede centrale, senza accesso Internet e con personale inidoneo ad affidare responsabilità tecnico/legali/ambientali è possibile impiegare le chiavette USB dall'ufficio tecnico della sede centrale ? Oppure è obbligatorio impiegarle dall'unità locale ? Come avviene dunque la movimentazione dei rifiuti ? - Risposta a cura della Dott.ssa Valentina Vattani

Pagine totali: 13 [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 ]



Il nostro sito non svolge attività di consulenza né diretta né indiretta. I quesiti inviati vengono selezionati e solo se riguardano temi di interesse generale non collegati a casi specifici viene pubblicata una risposta sul sito. Se il quesito presenta caratteri specifici, non verrà data risposta. Pertanto si invitano i lettori a proporre quesiti solo su temi di carattere culturale generale senza alcun collegamento diretto o indiretto con fatti specifici. Le eventuali risposte saranno pubblicate sul sito come contributo di interesse generale e non viene fornita comunicazione diretta al richiedente. La redazione non assume alcun impegno per la risposta a tutti quesiti ma si riserva una valutazione con riferimento solo a quelli di tipo generale e di interesse culturale collettivo




Segreteria Organizzativa: Via Cesare Battisti n. 115 - 05100 Terni • Tel. 0744/301558 - fax 0744/301609 • Info-line: 328/7320017 • e-mail: info@dirittoambiente.net
Sede di Roma: Via Guglielmo degli Ubertini n. 56 - 00176 Roma • tel. 06/27858137 - fax 06/27858137 • e-mail: sederoma@dirittoambiente.net